giovedì 29 settembre 2016

Treia, 28 settembre 2016 - Il sindaco Franco Capponi ha chiarito la situazione attuale ed il futuro delle scuole cittadine


Risultati immagini per treia comunità sindaco

La sera del 28 settembre 2016 mi sono recato nella Sala Consiliare di Treia ove si teneva un Consiglio con vari argomenti all'ordine del giorno. In particolare mi interessava conoscere le risposte del Sindaco, Franco Capponi, alla “INTERROGAZIONE DEI GRUPPI CONSILIARI DI MINORANZA RELATIVA AI SOPRALLUOGHI EFFETTUATI SUGLI EDIFICI SCOLASTICI A SEGUITO DEL SISMA DEL 24 AGOSTO 2016”. Ben fecero le opposizioni a porre la domanda alla quale esaurientemente il Sindaco ha risposto. Certo non posso riferire parola per parola ma cercherò di convogliare almeno il senso generale del lungo discorso.

Tanto per cominciare si è parlato delle condizioni degli edifici scolastici di Treia, danneggiati dal terremoto di fine agosto  e delle alternative prese in esame, attuate  e messe in progetto dall'Amministrazione per poter consentire il regolare svolgimento dell'anno scolastico. Le scolaresche delle classi elementari, come già comunicato, sono state dirottate a Chiesanuova e le medie all'oratorio di Passo di Treia. Per quanto riguarda le materne si prevede che potranno iniziare le lezioni fra un paio di settimane, appena saranno ultimati i lavori di sistemazione  di piccoli danni alla scuola elementare e materna Dolores Prato, che potrà così riaccogliere anche gli alunni delle primarie.

Per quanto riguarda invece le scuole secondarie il Sindaco ha comunicato che è stata fatta richiesta ai responsabili ecclesiastici del convento delle Visitandine, che si trova al centro storico di Treia, e che ospita lo stesso collegio in cui studiò Dolores Prato da giovinetta. Il convento ed il collegio attualmente non sono più in uso ed il Comune pensa di utilizzarne una parte per un paio d'anni, le classi delle medie inferiori potranno essere qui spostate, unitamente -si spera- alla direzione didattica. Per l'agibilità si tratta di eseguire alcuni lavori di  miglioramento degli spazi e di revisione degli impianti elettrici, idraulici e di riscaldamento. La struttura è stata concessa in comodato di uso gratuito, con l'impegno da parte del Comune a fine utilizzo di ripristinare lo stato originario dei locali. Tra le modifiche e successivi lavori di ripristino si prevede una spesa di circa 45.000 euro, d'altronde se si lasciassero le cose come stanno attualmente, il comune  avrebbe l'onere di sostenere i costi dei pulmini per gli spostamenti degli alunni a Passo Treia, e quindi è più conveniente riportare le classi in una struttura centrale, come è appunto quella del convento delle Visitandine.

Così sarà finché non si deciderà il futuro dell'Istituto Paladini che, secondo il Dimac poteva essere utilizzato con un semplice transennamento ed impalcatura delle parti più danneggiate, ma secondo l'amministrazione comunale, anche in seguito a perizie più dettagliate fatte effettuare sulle mura portanti, l'edificio non garantisce una sicurezza antisismica e pertanto si è ritenuto opportuno non riportarlo in funzione.


Queste le novità in corso ma la novità più importante è quella, annunciata dal sindaco, di voler studiare la fattibilità in un prossimo futuro di un un Plesso Unico per tutte le scuole di Treia. Quest'idea del polo unificato, di cui non è stata però indicata l'eventuale ubicazione, è  risultata condivisa anche dai consiglieri della minoranza, che in verità tempo addietro l'avevano prospettata come una soluzione ragionevole per l'intera comunità treiese. 

Paolo D'Arpini 
Comitato Treia Comunità Ideale
Risultati immagini per treia comunità sindaco

mercoledì 28 settembre 2016

Treia. La chiesa di San Filippo verrà riaperta al culto. Per l'occasione si spera nella visita del vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi

Risultati immagini per treia duomo danneggiato
Treia 28 settembre 2106 - In questi giorni di fine settembre di due anni fa ricorreva il bicentenario della fondazione della con-cattedrale, definita popolarmente “Duomo”, opera di Andrea Vici, e  vi si tennero diverse cerimonie per celebrare l’evento. Purtroppo, in seguito al recente sisma che ha colpito il centro-Italia, il Duomo -come altre chiese di Treia- è stato dichiarato inagibile, dovuto alla caduta di stucchi dalla navata, e non si sa ancora come e quando potrà essere riaperto al pubblico dei fedeli. Nel frattempo le messe e le altre cerimonie religiose si svolgono nell'adiacente oratorio e casa vescovile. 
Risultati immagini per treia chiesa di san filippo
Al fine di poter disporre di una vera e propria chiesa sembra certo che l'amministrazione comunale voglia restituire, per il tempo necessario, la chiesa di San Filippo all'uso ecclesiastico. Il tempio in questione è di proprietà del Comune ed è attualmente adibito a sala-museo su storia, planimetrie e studi relativi a Villa Spada. I pannelli illustrativi verranno a breve spostati restituendo così lo spazio alle sue funzioni originali, in attesa che i necessari restauri della Cattedrale inizino e siano completati.  
Risultati immagini per treia visita del vescovo a settembre 2014
La popolazione cristiana di Treia si augura che  il vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi,  per l'occasione venga a Treia per la ri-apertura solenne. Personalmente non so se la Chiesa di San Filippo è tutt'ora consacrata o se necessita di una nuova consacrazione  ma sicuramente la presenza del vescovo sarà una  grande  benedizione. L'ultima sua visita in città risale al 28 settembre del 2014 allorché chiuse i festeggiamenti del Bicentenario del Duomo, ora impraticabile. 
Paolo D'Arpini - Comitato Treia Comunità Ideale
Risultati immagini per treia paolo d'arpini in preghiera

Alcune informazioni sulla chiesa di San Filippo:
Notizie storiche
Treia: Chiesa di S. Filippo, Disegno della facciata di G.AntinoriLa chiesa treiese di San Filippo, affacciata lungo piazza della Repubblica, ad opera dell'architetto comasco Pietro Augustoni (1741-1813), fu realizzata tra il 1767 e il 1773, anno in cui venne completata la copertura e realizzato l'Oratorio, ristrutturando ed ampliando un preesistente edificio seicentesco in cui iniziarono ad officiare i Filippini, risale al 1631 l’erezione della Congregazione. Il camerte architetto Giovanni Antinori (1724-1792) fu invece incaricato ai lavori della facciata, ne curò il progetto che però non venne mai completato, ad eccezione dei due edifici porticati laterali e simmetrici (foto 1 dis. G. Antinori).
Il complesso filippino treiese, infine, venne sottoposto alle pesanti espropriazioni effettuate in età napoleonica e postunitarie, che colpirono in modo particolare le Congregazioni filippine; i Padri vennero espulsi dal Convento, trasformato in scuola e asilo; oggi la chiesa, di proprietà comunale, è adibita a spazio espositivo.  (Fonte: http://www.marche.beniculturali.it/index.php?it/270/treia-chiesa-di-san-filippo)

martedì 27 settembre 2016

Verbale dell'incontro del Gruppo di Lavoro del Comitato Treia Comunità Ideale del 24 settembre 2016, alla Valle del Vento di Località Vallonica Treia.


Verbale dell'incontro del Gruppo di Lavoro del Comitato Treia Comunità Ideale del 24 settembre 2016, alla Valle del Vento di Località Vallonica Treia.

La sera alle ore 20.30 si sono ritrovati i membri del Gruppo di Lavoro (sotto menzionati) del Comitato Treia Comunità Ideale, in occasione del compleanno della nostra Caterina Regazzi. Ne abbiamo approfittato per affinare alcuni aspetti organizzativi della Fierucola delle Eccellenze Bioregionali da tenere l'8 dicembre 2016 a Passo di Treia. E' stato concordato di presentare richiesta di Patrocinio al Comune unitamente all'uso gratuito della struttura della Torre Mulino e spazio adiacente (copia della richiesta segue). Contemporaneamente faremo richiesta alla Parrocchia di Passo di Treia per utilizzare il teatro parrocchiale e adiacenti portici. Sulla base della risposta verrà poi deciso il taglio da dare alla manifestazione.
All'incontro del 24 settembre sono stati presenti: Valeria Piermarteri, Francesca e Francesco Orazi, David Menichelli,  Lauretta e Adriano Spoletini, Simonetta Borgiani, Caterina Regazzi, e Paolo D'Arpini.


Richiesta protocollata al Comune il 27 settembre 2016 – N. 17357
Al Signor Sindaco di Treia, Dr. Franco Capponi. Sede Comunale
E P.C.: Assessorati preposti

Gentile Signor Sindaco Franco Capponi e gentili Assessori, come precedentemente annunciato il Comitato civico “Treia Comunità Ideale” intende organizzare la manifestazione “Fiera (o Fierucola) delle Eccellenze Bioregionali” in occasione dell'8 dicembre. La manifestazione è una sorta di laboratorio-mostra sociale, economico e culturale delle attività di carattere bioregionale svolte a Treia.

L'8 dicembre del 2016, al fine di valorizzare il territorio e la comunità treiese, seguendo un criterio “policentrico”, abbiamo pensato di organizzare la manifestazione in quel di Passo di Treia. Perciò stiamo cercando di reperire degli spazi idonei per lo svolgimento dell'evento, sia in chiave espositiva delle attività lavorative tradizionali (artigianato, agricoltura, bricolage, prodotti lavorati e confezionati, etc.) sia in chiave più specificatamente culturale e divulgativa (arte, letteratura, attività olistiche, erboristeria, poesia, discorsi sul bioregionalismo, etc.). Per quest'ultimo aspetto abbiamo individuato la Torre-Mulino, di proprietà comunale, come luogo adatto.

Chiediamo pertanto a codesta Amministrazione:

1) La concessione del Patrocinio morale per l'iniziativa descritta
  1. L'utilizzo gratuito della Torre Mulino di Passo di Treia e degli spazi antistanti
  2. La possibilità di potervi accedere qualche giorno prima della manifestazione al fine di sistemare adeguatamente i locali, nonché la possibilità di poter visitare preventivamente la struttura in modo di farne una planimetria adatta all'utilizzo (misurazione degli spazi agibili, etc.)
  3. Un aiuto logistico per la divulgazione degli eventi programmati, usufruendo altresì del servizio informativo e stampa del Comune
  4. La partecipazione dei membri di codesta Amministrazione all'evento

Restando in attesa di una Vostra gradita risposta, passiamo a salutarVi con stima.

Treia, 27 settembre 2016.

Per il Comitato Treia Comunità Ideale, Via Mazzini 27 Treia (Mc). Tel. 0733/216293

Paolo D'Arpini e Simonetta Borgiani


Risultati immagini per passo di treia torre mulino

sabato 24 settembre 2016

Treia. 28 settembre 2016 - Consiglio Comunale aperto al pubblico


Risultati immagini per treia  consiglio comunale

CONSIGLIO COMUNALE di mercoledì 28 settembre 2016, ore 18:30, SESSIONE Ordinaria di Prima convocazione, SEDUTA Pubblica, presso la Sala Consiliare, per la trattazione del seguente ORDINE DEL GIORNO

1 LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALE SEDUTA CONSILIARE DEL 27 LUGLIO 2016 (ART. 25 REG. C.C.). 

2 INTERROGAZIONE DEI GRUPPI CONSILIARI DI MINORANZA RELATIVA AI SOPRALLUOGHI EFFETTUATI SUGLI EDIFICI SCOLASTICI A SEGUITO DEL SISMA DEL 24 AGOSTO 2016. 

3 RATIFICA DELIBERAZIONE N. 147, ADOTTATA IN VIA D'URGENZA DALLA GIUNTA COMUNALE IN DATA 24/08/2016, AVENTE AD OGGETTO "VARIAZIONE DI BILANCIO URGENTE PER FAR FRONTE ALLE PRIME EMERGENZE DEL TERREMOTO DEL 24/08/2016". 

4 RATIFICA DELIBERAZIONE N. 153, ADOTTATA IN VIA D'URGENZA DALLA GIUNTA COMUNALE IN DATA 29/08/2016, AVENTE AD OGGETTO "5^ VARIAZIONE DI BILANCIO D'URGENZA PER GESTIONE VERSAMENTI VOLONTARI PER EMERGENZA TERREMOTO". 

5 SCIOGLIMENTO CONSENSUALE DELLA CONVENZIONE DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI TREIA E MASSA FERMANA. 

6 COSTITUZIONE SEDE DI SEGRETERIA CONVENZIONATA TRA I COMUNI DI CORRIDONIA E TREIA. 

7 VARIAZIONE PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI 2016/2018 - ART.58 L. 133/2008 - INTEGRAZIONE D.C.C. N. 6 DEL 22/02/2016. 

8 DETERMINAZIONE PREZZI DI VENDITA IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE - INTEGRAZIONE D.C.C. N. 7 DEL 22/02/2016. 

9 APPROVAZIONE PROGETTO DI "RISTRUTTURAZIONE E AMPLIAMENTO (art.2 c.6 L.R. 22/2009) FABBRICATO CON DESTINAZIONE COUNTRY HOUSE, COMPLETAMENTO LAVORI E COSTRUZIONE VERANDA IN VARIANTE AL PRG" - PROCEDIMENTO ORDINARIO SUAP ART.8 C.1 DPR 160/2010. 

10 INDIVIDUAZIONE DEGLI ORGANI COLLEGIALI INDISPENSABILI PER LA REALIZZAZIONE DEI FINI ISTITUZIONALI PER L'ANNO 2016 - ART. 96 TUEL 267/2000. 11 RINNOVO CONVENZIONE TRA I COMUNI DELL'AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 15 - MACERATA PER L'ESERCIZIO DELLA FUNZIONE SOCIALE E LA GESTIONE ASSOCIATA DEI SERVIZI SOCIALI (ART. 30 D.LGS. 267/2000). 

IL SINDACO Franco Capponi
Risultati immagini per treia  consiglio comunale


Post Scriptum:

INTEGRAZIONE ORDINE DEL GIORNO:  MOZIONE DEL GRUPPO CONSILIARE “MERITIAMO TREIA” RELATIVA AL CENSIMENTO DEI MANUFATTI/STRUTTURE/EDIFICI CON PRESENZA DI AMIANTO/ETERNIT NEL COMUNE DI TREIA.

venerdì 23 settembre 2016

24 e 25 settembre 2016, Treia - Polenta ed altro ancora nei giorni finali della sagra di Santa Maria in Selva


Risultati immagini per treia  24 e 25 settembre 2016 sagra della polenta

Sabato 24 e domenica 25 settembre 2016  sono i giorni finali della 41a edizione della Sagra della Polenta nostrana a Santa Maria in Selva di Treia. La manifestazione storica è organizzata dal mitico Don Peppe, grande animatore di feste popolari e presidente dei "polentari", nonché parroco nella frazione treiese.  

Risultati immagini per treia don peppe santa maria in selva

Nella ricetta tradizionale la polenta treiese viene servita calda e molle, condita con diversi  intingoli della cucina contadina. 

Nota: A Treia esiste un'accessione di Mais nostrano quarantino tutelato dall'ASSAM della Regione Marche ai fini della conservazione della biodiversità.

Ai visitatori e partecipanti alla sagra non viene offerta sola polenta, la manifestazione comprende altri  piatti speciali, giochi, pesca, una mostra collettiva di arte sul tema della Misericordia, curata da Silvio Craia, un concerto ed una recita teatrale…

(P.D'A)

Info:
 0733561130

lunedì 19 settembre 2016

Treia. Proposto un concerto di armonici vocali nella chiesa di San Michele


Risultati immagini per chiesa medievale di San Michele treia

Simonetta Borgiani subito dopo la fondazione del Comitato Treia Comunità Ideale, avvenuta il settembre  dello scorso anno, aveva proposto di organizzare un concerto nella chiesa medioevale di San Michele, nota anche per le vicende di Dolores Prato che da bambina risiedette nella casa canonica annessa. 

Ho subito pensato ad un concerto di Armonici vocali, dei quali conosco un maestro Andrea Simone – https://www.youtube.com/watch?v=-3jyk_4jnzQ – Egli ha già dato la sua disponibilità: “Verrei a Treia molto volentieri, serve una buona acustica potremmo organizzare un workshop/ conferenza/ concerto estemporaneo…” - 

Cosa sono gli armonici vocali?  “Gli armonici caratterizzano la struttura principale di qualsiasi suono dal quale scaturiscono. Essi evidenziano 'la struttura atomica del suono', e determinano le basi musicali di qualsiasi sistema musicale, non solo del sistema temperato: nei primi cinque armonici della progressione emergono, infatti, la fondamentale, la quinta e la terza.” (Andrea Simone)

Cos'è il canto armonico
Il Canto Armonico (ipertoni vocali) è una particolare tecnica canora con cui è possibile emettere contemporaneamente due suoni. Solitamente si canta una nota continua, che corrisponde alla voce normale, che tutti possono sentire, mentre contemporaneamente si genera consapevolmente un suono più alto, flautato, con il quale possiamo cantare intenzionalmente scale armoniche.
È un’affascinante tecnica antichissima, ed è molto efficace per condurci facilmente in stati meditativi, per stimolare il cervello, per migliorare la qualità della voce cantata e per aiutarci a trovare salute, armonia ed equilibrio. (Mirco Bisonni)

Ed ora mi chiedo: “riusciremo nell'intento, ci sarà interesse da parte delle istituzioni per rendere possibile questo evento?”

Paolo D'Arpini

Risultati immagini per armonici vocali

P.S. Se fosse troppo complicato organizzare un concerto di canto armonico con il maestro Andrea Simone, che dovrebbe venire da Roma,  forse si può fare con l'adepto Mirco Bisonni, che vive qui in provincia di Macerata, quindi più facilmente coinvolgibile.


sabato 17 settembre 2016

Treia. Omaggio a Fabio Macedoni, difensore della cultura "bioregionale"



Treia. Sabato 17 settembre 2016  colazione con sorpresa al baretto. Non è pasqua ma dentro al Corriere Adriatico, edizione di Macerata, ho trovato una  bella sorpresa, un articolo a mezza pagina sul nostro concittadino Fabio Macedoni. Per fortuna che con me c'era Lorenzo Luccioni il quale l'ha fotografato e così possiamo memorizzarlo e riproporlo (sia pur telematicamente). 

Nell'articolo si fa un bell'exursus sulle attività e le vicende di Macedoni, insegnante di Francese a Macerata, ex sportivo ed ex capo gabinetto del presidente Pettinari della Provincia maceratese. Per quel che mi riguarda, l'azione di Fabio Macedoni più significativa è quella da lui svolta come regista ed attore della compagnia teatrale Fabiano Valenti che negli ultimi anni ha messo in scena diverse opere dialettali. La conservazione del dialetto treiese è importante per mantenere il legame con le tradizioni del luogo  ed è una vera azione "bioregionale". 

Spiegavo a Lorenzo stamattina che una delle cose che più ho apprezzato nel libro di Dolores Prato su Treia sono le citazioni di numerosi detti popolari, espressi con parole schiette e dirette, e che trasmettono il senso profondo della mente e dell'anima  treiese. Purtroppo io non sono in grado di comprenderne tutti i sottili risvolti, spesso sono costretto a chiedere delucidazioni all'amica Simonetta Borgiani che ben conosce i reconditi significati, ma sono comunque capace di percepirne di primo acchito,  ed a naso, il senso. Quel senso che ho anche apprezzato assistendo alle commedie di Fabio Macedoni ed in particolare a "Basta che voti", in cui si respira l'odore (o la puzza) del sistema propagandistico e di ricerca voti nelle  elezioni  amministrative di piccoli  e medi comuni (come è Treia), il tutto cucinato in salsa "populista".  E qui populista non vuole avere un'accezione dispregiativa, anzi, sta per un encomio verso quella "politica" a tutti comprensibile  e non ammantata da ideologie.   

Sarebbe stato interessante avere un sindaco della caratura di Fabio Macedoni, persona seria ed allo stesso tempo ironica, capace di comprendere i problemi del volgo senza abbassarsi al solito mercanteggiare per ottenerne un vantaggio, uomo di cultura che non si arroga il diritto di giudicare gli altri, poiché ognuno può avere una valida conoscenza della vita anche se non è riconosciuta dalle classi dominanti. 

Paolo D'Arpini

Risultati immagini per treia compagnia fabiano valenti


Articoli collegati:



giovedì 15 settembre 2016

Treia - Inizio anno scolastico differito e spostamento alunni a Passo di Treia e Chiesanuova (per lavori in corso all'Istituto Paladini)


Risultati immagini per treia istituto paladini

Come avevamo annunciato  gli alunni dell'Istituto Egisto Paladini  si trasferiranno per un certo periodo nelle  frazioni di  Passo di Treia e Chiesanuova.  Ce l'aveva già comunicato l'assessore David Buschittari, incontrato al baretto dove siamo stati un po' a chiacchierare facendo colazione. Da lui ho appreso che l'istituto scolastico Paladini, al centro storico, deve subire alcuni lavori di restauro per cui  la struttura resterà inagibile per un tempo indeterminato...  Ed oggi, 15 settembre 2016,  ne ho avuto conferma leggendo la nota informativa dell'Istituto Paladini che dice:
(P.D'A)

Inizio lezioni a.s. 2016-2017

Le lezioni inizieranno alle ore 8.00 di giovedì 15 settembre 2016 in tutti i plessi scolastici di Chiesanuova e di Passo di Treia e termineranno alle ore 13.00 senza servizio mensa.

L'orario completo con servizio mensa inizierà lunedì 19 settembre 2016 solo per la Scuola dell'infanzia e la Scuola primaria di  Passo di Treia.

La Scuola dell'infanzia e la Scuola primaria di Chiesanuova effettueranno l'orario 8.00-13.00 fino a mercoledì 21 settembre, senza servizio mensa e rientro pomeridiano. A breve saranno pubblicate ulteriori indicazioni.

In data 14 settembre il Sindaco ha emesso l'ordinanza n. 73 sul differimento dell'inizio delle lezioni per i plessi scolastici di Treia - capoluogo, comunicando che l'inizio dell'anno scolastico è posticipato a giovedì 22 settembre 2016.

La Scuola secondaria di primo grado di Treia sarà momentaneamente trasferita presso i locali dell'oratorio parrocchiale di Passo di Treia. Il Comune sta provvedendo a organizzare il trasporto per tutti gli alunni. A breve saranno pubblicate ulteriori indicazioni. E' prevista un'assemblea con i rappresentanti dei genitori per mercoledì 21 settembre alle ore 18.30 presso i locali dell'oratorio di Passo di Treia.

La Scuola primaria di Treia sarà momentaneamente trasferita a Chiesanuova presso i locali della Scuola primaria e  dell'oratorio parrocchiale con orario 8.00-13.00 per tutte le classi, con sospensione dei rientri pomeridiani e del servizio mensa. Il Comune sta provvedendo a organizzare il trasporto per tutti gli alunni. A breve saranno pubblicate ulteriori indicazioni. E' prevista un'assemblea con i rappresentanti dei genitori per martedì 20 settembre alle ore 18.30 presso la Scuola primaria di Chiesanuova.
La Scuola dell'infanzia di Treia sarà momentaneamente trasferita presso i locali idonei della Scuola primaria di Treia. A breve saranno pubblicate ulteriori indicazioni. E' prevista un'assemblea con i rappresentanti dei genitori per martedì 20 settembre alle ore 18.30 presso la Scuola primaria di Chiesanuova.

Non ci sono cambiamenti per quello che riguarda gli Uffici di segreteria e la Dirigenza scolastica.
I genitori sono invitati a consultare il sito per aggiornamenti sull'organizzazione dei trasporti verso Chiesanuova e Passo di Treia. (Fonte: http://www.istitutopaladini.it/2-non-categorizzato/146-inizio-lezioni)

Risultati immagini per treia istituto paladini

Sopravvivere a Treia - I tempi cambiano ma la capacità di adattamento rimane!


Risultati immagini per filo d’erba al vento
“Guarda un filo d’erba al vento e sentiti come lui. Ti passerà anche la rabbia.” (Tiziano Terzani)
L’Eternità è un attributo del Divino ma non per questo in essa è contenuta anche l’immutabilità. Ed è una fortuna! 
Questo è un mondo transeunte... la terra trema e fa tremare i cuori della gente…. ma è sveglia… lei…. è viva…. lei…. e ribelle… già ribelle!
La ribellione, in senso umano, deve tramutarsi in cambio di abitudini e allontanamento dalla sudditanza al sistema. Si chiama “sopravvivenza bruta”, cioè bisogna essere pronti a rinunciare in toto  a questa società consumista e totalitaria.
All’inizio sarà una ribellione  “parziale”  ovvero basata solo sul non incremento della nostra adesione al sistema.. poi pian piano sarà necessario uno scollamento definitivo e non so se questo potrà avvenire a livello globale ma sicuramente deve avvenire a livello personale e di piccoli gruppi.
Intanto si può partire da cose fattibili: interrompere gli acquisti di qualsiasi bene innecessario, abiti, oggetti, macchine, vizi, etc. e limitarsi ai generi  di sopravvivenza. Nel frattempo tentando di incrementare l’indipendenza alimentare attraverso piccoli orti, anche sui terrazzini di casa, raccolta erbe selvatiche, scelta vegetariana, etc.
Giornalmente faccio una passeggiata attorno alle mura di Treia e sono sempre meravigliato della dovizia che la natura ci offre. Dappertutto ci sono erbe commestibili ed anche alberi selvatici da frutta. Di legna secca  per il camino se ne trova in giro ed anche pigne e pignette.
Noi, come molti treiesi,  abbiamo anche un orticello sotto casa, certo non ci sono coltivazioni sofisticate (dovuto alla forte presenza di lumache) solo cicorie selvatiche, un po’ di bieta, qualche fiore, finocchiella, rosmarino, topinambur e quattro ulivi e recentemente -Caterina ed io- vi abbiamo piantato  un melograno, un melo ed un caco ed anche un tralcio di vite, che ha preso…  
Finché dura c’è verdura, si dice a Roma. Comunque anche questo è un segnale dei tempi che viviamo, ed è già tanto che possiamo “raccontarcela”…. Vi pare?
Paolo D’Arpini

Io non parlo per me, ma per noi tutti.
Forse che questa è la Casa di Priamo?
No, questo è il mondo immenso in microcosmo,
una sola faccenda di Famiglia.
Da bimbi noi davamo ai genitori
il biasimo per ciò che ci spiaceva;
adulti riversiamo sugli Dei,
sulle leggi economiche e d’ambiente,
ogni nostra stoltezza.
Non esiste
se non dentro di noi ciò chiamiamo
Dei, Sorte o Fato.
Se Troia o se Sparta
cadono, che importa alle divinità?
Esse son già cadute e, insieme ad esse,
chi vive d’ingordigia, di paura,
e d’inganno.
Gli Dei non curano chi cade o come.
Gli Dei vivono solo nell’istante,
nell’acuta canzone meridiana
della cicala, nel sentore fresco
di pioggia fra gli abeti, nella sera,
nella gioia che dà la differenza
reciproca agli amanti estasiati,
o come quando qui stasera, allegri,
si ride insieme.
Atena, la saggezza occhi–lucente,
prende forme svariate, e più il silenzio.
Il Dio si mostra in ciò che non ci dice.
O creature umane che capite,
voi sensitive più d’ogni altro bruto,
agili come rane e costruttrici
come formiche, nulla vi minaccia
se da voi stesse non vi condannate.
Distruggetevi almeno nella gioia!
E che gli Dei vi vedano!

mercoledì 14 settembre 2016

La Fiera (o Fierucola) delle Eccellenze Bioregionali dell'8 dicembre 2016 cerca casa a Passo di Treia (o dintorni)


Risultati immagini per passo di treia il mulino
Lo scorso anno proprio in questi giorni, per l'esattezza il 17 settembre 2015, veniva fondato a Passo di Treia il comitato Treia Comunità Ideale. Così sento che sarebbe opportuno e giusto, dopo la prima edizione svoltasi al centro storico di Treia,  ubicare la prossima Fiera (o Fierucola) delle Eccellenze Bioregionali, prevista per l'8 dicembre 2016,  in una qualche struttura di Passo di Treia, nel cui abitato operano parecchi degli espositori artigianali, artistici ed agricoli.  Anche per dare un segnale di circolarità alla manifestazione che interessa tutto il territorio treiese.
Perciò in questi giorni stiamo lavorando per cercare di reperire una sede idonea, da abbinare  alla già individuata antica Torre del Mulino. Se qualcuno dei lettori ha qualche idea in proposito non manchi di farcelo sapere...
Vorrei qui riportare alcuni degli intenti  del nostro Comitato in modo da renderne più chiaro lo spirito. 
C’è un bellissimo pensiero scritto da un grande saggio che dice: “Una società è l’organismo; i suoi membri costituenti sono gli arti che svolgono le sue funzioni. Un membro prospera quando è leale nel servizio alla società come un organo ben coordinato funziona nell’organismo.   Mentre sta fedelmente servendo la comunità, in pensieri, parole ed opere, un membro di essa dovrebbe promuoverne la causa presso gli altri membri della comunità, rendendoli coscienti ed  inducendoli ad essere fedeli alla società, come forma di progresso per quest’ultima” (R.M.).
Questo è un progetto che ci sta molto a cuore, per promuovere il senso d’identità, connettere il tessuto sociale, sviluppare forme di lavoro creativo, aiutare i membri della società a riconoscersi come membri di una stessa famiglia e aiutarsi l’un l’altro con spirito solidale.   E la manifestazione dell'8  dicembre è un modo per  dimostrare  che  Treia è una “comunità ideale”, riportando l’attenzione sui buoni rapporti sociali, sulla capacità di esprimere creativamente quanto è necessario all’esistenza, sia in campo culturale che materiale,  procedendo in un progetto di ri-connessione bioregionale. 
Questo progetto vuole essere di stimolo allo svolgimento di attività concrete che valorizzino la capacità di produrre quanto necessario alla vita, in ogni suo aspetto, nel contesto del territorio treiese.
Treia ha bisogno di ritrovarsi e di pacificarsi in ogni sua componente, superando le divisioni che non conducono alla pace ed alla prosperità comune.   Infatti il senso di fratellanza è il più alto  fine morale e politico.  Con la fratellanza regna la pace  e l’intera comunità assomiglia ad una singola casa, ove ognuno contribuisce al benessere collettivo. E di ciò abbiamo bisogno in questo momento in cui lo scollamento sociale e la crisi economica stanno mettendo a rischio la stessa sopravvivenza dei componenti della nostra comunità.


sabato 10 settembre 2016

Treia - Settembre, tempo di passeggiate e di raccolta...



Anche quest'anno ho organizzato una passeggiata settembrina, prevista per il 12 settembre 2016, a Treia, per andare in giro a raccattar immondizia lungo i vicoli bassi e sui vialetti attorno alle mura (vedi:  http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/09/treia-memoria-sulla-costituzione-del.html)

Poi mi sono ricordato di un qualcosa, sempre relativa alla pulizia dei luoghi, che avvenne più o meno in questo stesso periodo lo scorso anno, ero di ritorno dalla colazione al solito baretto quando incrociai per strada i due preti aiutanti del parroco della Cattedrale. Preso il coraggio a due mani ho chiesto loro: "Perché non fate in modo che quando ci sono dei matrimoni si eviti di sparare con quei  cannoni che schizzano coriandoli di plastica? Ecco qui, guardate la strada, dopo 4 giorni dalla cerimonia è ancora piena di cuoricini e fiorellini colorati, non si possono nemmeno raccogliere per quanto son leggeri e volatili e si sono incastrati nei tombini e negli angoletti".  


Mi hanno dato ragione, bontà loro, e mi hanno promesso che cercheranno in futuro di avvisare i novelli sposi che non porta bene sporcare, anzi porta male. E così ci siamo trovati d'accordo. Meglio tornare al più tradizione lancio di confetti che almeno si contenta la gola dei bambini (e anche degli anziani, come me).

Ma i coriandoli di plastica per le strade non sono l'unico problema di Treia, ben più grave è la presenza di cicche (di sigarette)  e cicche (di gomma da masticare). Ieri l'altro mi ha telefonato una ragazza, Roberta, che scrive per Il Resto del Carlino di Macerata, per farmi un'intervista  e le ho raccontato di quella volta in cui ai giardinetti di San Marco un bambino venne a chiedermi cosa facessi, mentre  mi vedeva raccogliere cicche  e carte di caramelle nel prato...  Beh, che l'educazione ambientale debba iniziare dalla famiglia e dalla scuola elementare è una verità sacrosanta!

Ma tutto sommato  - con l'esempio diretto - anche qui a Treia assieme ad altri bambini possiamo fare un'opera di recupero della coscienza. Ma senza giudicare,  senza pensare che stiamo pulendo dove altri hanno sporcato, o che dovrebbe farlo l'apposito incaricato. Puliamo perché ci piace.  Ed anche quelli che hanno sporcato, se sensibilizzati, potranno un giorno mettersi a giocare con noi alla "raccolta delle cicche negli angoli nascosti del paese" e magari per il futuro staranno più attenti a non gettare rifiuti per strada.

Paolo D'Arpini

giovedì 8 settembre 2016

Treia. Memoria sulla costituzione del comitato civico tematico "Treia Comunità Ideale", nato per esprimere opere ed attività in campo culturale, artistico, ecologico e di valenza bioregionale



Risultati immagini per Paolo D'Arpini - Coordinatore organizzativo  Simonetta Borgiani -  Pubbliche Relazioni vedi


"Il Comitato Civico Tematico, denominato "Treia Comunità Ideale", registrato al Comune di Treia il 18 settembre 2015, protocollo 015783,  è aperto alla partecipazione di tutti i cittadini treiesi, od altri che a Treia abbiano interessi condivisi, che intendono collaborare, con semplice e spontanea adesione e nei limiti del loro possibile."  


Il Comitato civico tematico "Treia Comunità Ideale"  è nato, grazie ad un gruppetto  molto eterogeneo di 12 fondatori con intenti nobili e all'insegna della informalità che hanno sottoscritto  il documento di fondazione: 

Il giorno 17 settembre 2015 a Treia si sono riuniti alcuni cittadini con lo scopo di fondare un Comitato Civico denominato: "Treia: Comunità Ideale", che si prefigge di vivificare i rapporti sociali, la capacità di esprimere opere ed attività in campo culturale, artistico, ecologico e di valenza bioregionale, promuovendo il lavoro creativo, l'identità locale e la solidarietà sociale. Il Comitato vuole stimolare azioni concrete che valorizzino la capacità di produrre e condividere quanto necessario alla qualità della vita, al benessere ed alla prosperità della comunità treiese, in ogni suo aspetto. Il Comitato è aperto alla partecipazione di tutti i cittadini treiesi, od altri che a Treia abbiano interessi condivisi, che intendono collaborare, con semplice e spontanea adesione e nei limiti del loro possibile, a rendere Treia una "Comunità Ideale".

Vorremmo inoltre sottolineare che non è nostra intenzione interferire o competere con altri comitati ed associazioni esistenti, ma piuttosto collaborare e promuovere le loro attività in sintonia.  

Fondatori del Comitato sono i seguenti cittadini (riunitisi il 17 settembre 2015, alle ore 21, in Via San Marco Vecchio 17/c - a Passo di Treia): Francesca Salvucci, David Menichelli, Francesco Orazi, Renzo Giuliodori, Lauretta Mattiacci, Barbara Rossetti, Giancarlo Palmucci, Simonetta Borgiani, Enzo Catani, Nunzio Cocco, Adriano Spoletini, Paolo D'Arpini, Caterina Regazzi (quest'ultima aderente, ma non presente all'incontro, per motivi di lavoro).

Paolo D'Arpini - Coordinatore organizzativo  
Simonetta Borgiani -  Pubbliche Relazioni

Risultati immagini per Simonetta Borgiani

lunedì 5 settembre 2016

I primi abitanti bioregionali di Treia furono gli Onischi





Che Treia sia piena di porcellini di Sant’Antonio (anche detti “di terra”) è un buon segno, significa che l’ambiente è per loro ancora favorevole. Ricordo che quando arrivai a Calcata, a metà degli anni ’70 del secolo scorso, la casa in cui andai ad abitare era piena di questi animaletti di origine marina, "onischi" il nome scientifico, ce n’erano a migliaia. Non sapevo come fare per eliminarli, la mattina scopavo per terra raccogliendone a palate che poi gettavo dalla rupe, ma questi non accennavano a diminuire.
Infine feci una ricerca e scoprii che questi animaletti non sono  insetti,  ma appartengono alla famiglia dei gasteropodi, e sono  stati fra i primi organismi a popolare la terra, anzi con il loro lento rosicchiare le rocce hanno contribuito a rendere la terra come noi oggi la conosciamo, un terreno fertile e ricco di humus.
Da quel momento smisi di preoccuparmi della loro presenza… anzi al contrario iniziai a preoccuparmi per la loro scomparsa… Infatti a mano a mano che Calcata subiva un processo di degrado ambientale (e non solo morale), i porcellini di Sant’Antonio lasciavano il campo alle blatte (scarafaggi), insetti ben più schifosi e pure nocivi e sinonimo di sporcizia (anche se a Napoli si dice “ogni scarrafone è bello a mamma sua”, che significa che persino una scarafaggio pare bello a sua madre).
Ma perché vi sto raccontando tutto questo? Il fatto è che qualche tempo fa Caterina è uscita per strada ed ha riportato in casa una pentolina che avevo utilizzato in passato per trapiantarvi una viola del pensiero, si trovava sul davanzale che da sulla strada della camera di Nonna Annetta. Il fiore si era seccato, anche dovuto al fatto dei miei due mesi di assenza da Treia, e Caterina ha detto “piantiamoci qualche altra cosa..”, e siccome durante la passeggiata alla grotta di  Santa Sperandia  avevamo raccolto dei semi di “cappello del prete” vi abbiamo messo quelli e smuovendo la terra abbiamo scoperto un brulichio di porcellini di Sant’Antonio che avevano colonizzato la pentola…. e che abbiamo rimesso al suo posto sul davanzale senza disturbarli oltre. 
Caterina dice che: “L’onisco è un animale che appartiene al Phylum degli Artropodi, classe dei Crostacei ed all’ordine degli Isopodi, gli onischi vivono in ambienti umidi e poco illuminati, nelle crepe dei muri e nel terreno, sotto il legno in decomposizione e sotto le pietre, è comunissimo osservarli in gruppi numerosi sollevando i vasi dei fiori. E’ facile trovarli anche dentro i vasi tra le radici delle piante, ma nonostante questo non recano danni alle piante in quanto si nutrono prevalentemente di detriti di origine vegetale. Uno dei miei animali preferiti, mi ricorda l’infanzia e , qui a Treia, ce ne sono molti!”
Paolo D’Arpini

domenica 4 settembre 2016

Siamo al 4 settembre 2016 e continua la querelle sulla riconferma di Antonio Pettinari a Presidente della Provincia di Macerata


Risultati immagini per Antonio pettinari ancora in auge in provincia

Treia - Sono trascorsi 8 giorni dalla rielezione del treiese Antonio Pettinari a Presidente della Provincia di Macerata ed ancora continua la querelle sugli antefatti, sui misfatti e sulle conseguenze della sua riconferma. 

Già in precedenza avevo espresso il mio parere sul merito della questione, parere personale s'intende (vedi:  http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/08/treia-il-nostro-concittadino-antonio.html), esprimendo il mio compiacimento per il successo ottenuto da Pettinari, malgrado l'osteggiamento  dei suoi oppositori (ed ex alleati del PD). 

Oggi, 4 settembre 2016,  ancora appaiono articoli di giornale sui retroscena della vicenda Pettinari. Sul Corriere Adriatico, con un ampio reportage sull'interrogazione delle minoranze consiliari di Treia che chiede lumi sul tentativo di costituzione di una lista di appoggio a Formica, la candidata scelta dal PD in contrapposizione a Pettinari, da parte della giunta Capponi, e polemizza sulla transizione in corso del sindaco. 

Mentre sul Resto del Carlino viene pubblicata una lettera del treiese Antonio Bertini che dice: "Provincia, io sto con Pettinari. A proposito della rielezione di Pettinari alla presidenza della Provincia condivido totalmente le argomentazioni del concittadino Paolo D'Arpini. Antonio Pettinari è stato eletto perché ha lavorato bene. Mi congratulo con gli elettori qualificati che hanno saputo scegliere gli interessi delle popolazioni. Sinceramente mi aspettavo che il senatore Morgoni desse le dimissioni, ma siamo in Italia, non in Inghilterra".

La risposta-commento di Paola Pagnanelli merita di essere riprodotta in toto, in quanto rappresenta una spiegazione particolareggiata di ciò che è avvenuto dietro le quinte: "Gentile lettore, come lei sa già, dalle nostre parti l'istinto alle dimissioni è guardato con sospetto, con riprovazione: dimettersi è una cosa brutta, anche dopo aver preso una clamorosa cantonata. Con Pettinari il PD non ha fatto una gran figura, sconfessandolo e proponendogli in contrapposizione un'altra candidata senza che ne capisse molto il perché: si è parlato della volontà di discontinuità con il passato, che però non può essere un motivo di per sé. Peraltro il senatore Morgoni è stato tra i primi a voler proporre un nome diverso a quello del presidente uscente, ma la sua proposta era il sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili. Insomma il PD le elezioni le ha perse ma come al solito non è colpa di  nessuno. Chi le ha vinte è di sicuro Pettinari, che in questi anni ha parlato poco di politica astratta, ha fatto poche polemiche, non ha sollevato questioni inutili, ed ha cercato di fare quel che si poteva con le poche risorse a disposizione. Ha trovato il modo di organizzare manifestazioni di successo, ed ha cercato di destinare quanto più possibile alla manutenzione delle nostre strade, davvero in condizioni poco felici. Ha fatto quello che doveva e gli è stato riconosciuto. Certo non è un "uomo nuovo" della politica ma non si può ritenere questo un limite a prescindere da tutto".

Come non essere d'accordo con Paola Pagnanelli? Ed infatti mi sono ripromesso all'occorrenza di sollevare  questo discorso, sulla gestione delle elezioni provinciali da parte del PD,  durante un prossimo incontro del direttivo della sezione locale, di cui "sfortunatamente" sono membro, in rappresentanza della estrema minoranza di sinistra,  magari dopo essermi consultato con alcuni altri iscritti che hanno espresso dubbi e distinguo sul come le cose sono state gestite dai dirigenti provinciali e regionali, nonché del lavaggio di mani pilatesco da parte del PD nazionale.

Qualcuno potrebbe chiedersi "...cosa c'entra questa querelle politica con il Comitato Treia Comunità Ideale?".  Rispondo dicendo che certamente la politica, se vissuta con onestà, equanimità e sincerità,  è uno dei modi per attuare -nel contesto della società in cui viviamo-  gli intenti dell'idealità, che altrimenti resterebbero una semplice  astrazione.


Paolo D'Arpini 

venerdì 2 settembre 2016

Treia - "Libri in Circolazione" - Piccola biblioteca libera e gratuita in attesa che venga istituita una Biblioteca Comunale


Risultati immagini per treia libri in circolazione baretto del grottino

In attesa che a Treia possa sorgere una biblioteca comunale ricordiamo agli interessati che,  con il "patrocinio morale" del Comitato Civico Treia Comunità Ideale, è attiva in città una minuscola "mini-biblioteca del libero scambio", composta di una scaffalatura contenente libri di vario genere, situata all'interno del Grottino, in Piazza della Repubblica.

In questo periodo in cui c’è il rischio che la conoscenza della lingua italiana vada affievolendosi è importante riportare l’attenzione sui libri e sull’utilità del tempo trascorso all’apprendimento ed alla  condivisione di esperienze. La scrittura e la lettura di libri  è qualcosa che non potrà mai venir sostituito né da internet, né dalla TV e nemmeno dalle sms dei telefonini. Infatti solo i libri possono convogliare compiutamente sentimenti, scienza ed esperienze di vita. 

Leggere un libro significa penetrare nell’anima di chi l’ha scritto e questa è vera condivisione. Da qui l’idea di istallare una scaffalatura nel Baretto del Grottino,   in cui raccogliere libri che potranno essere letti ai tavoli, oppure portati a casa, oppure scambiati con altri libri,  etc. senza alcun costo né formalità. Ognuno potrà contribuire ad arricchire questa piccola libera biblioteca  a cui è stato dato il nome significativo di “Libri in Circolazione”,  un  servizio culturale gratuito, un modo semplice (partendo dal basso)  di promuovere la lettura a Treia.
 
Tutti gli amanti della lettura e della scrittura  sono invitati a contribuire  donando alcuni libri per rimpinguare la raccolta.  I libri   possono essere consegnati al Grottino, durante le ore di apertura del locale.

Comitato Treia Comunità Ideale